Assorbimento del ferro: 5 modi per aumentare la presenza del minerale nell'organismo

Tra i nutrienti più importanti per il nostro corpo, il ferro merita un'attenzione particolare. Minerale responsabile dell'aiutare la circolazione sanguigna e della generazione di forza ed energia al corpo, pur contenendo gli ingredienti più disparati, non è così facilmente assorbito dall'organismo. Pertanto, per mantenere alti i livelli di questa sostanza, oltre al cibo, alcuni "trucchi extra" di sana gastronomia possono aiutare in questo processo. Dai un'occhiata ad alcuni suggerimenti!

Un fatto molto importante da considerare circa l'assorbimento del ferro nell'organismo e che, in alcuni casi, questa difficoltà è generata dalla carenza di vitamina B12, che porta all'anemia, una malattia che fa diventare le persone molto stanche e assonnate, inoltre, nei casi più avanzati, generando dolore muscolare in tutto il corpo. La confraternita nutrizionista Patrícia Bertoni ci presenta, di seguito, 5 modi per aumentare questo assorbimento del ferro. Guarda!

Come possiamo aumentare l'assorbimento del ferro?

1- Cibo cotto: la cottura del cibo facilita la disgregazione dei leganti attaccati al ferro, aumentando la disponibilità del metallo nell'intestino.

2- Dieta alimentare: l' assorbimento è influenzato anche dalla forma del ferro nella dieta. "Il ferro eme , presente nella carne rossa, nel pesce e nel pollame, viene assorbito meglio del ferro non eme , che si trova anche nelle uova, nei cereali, nella verdura e nella frutta", spiega il professionista.

3- Vitamina C: Per migliorare il tasso di assorbimento del ferro non eme, che varia tra il 3 e l'8%, dobbiamo aggiungere l'acido ascorbico, meglio noto come vitamina C. Insieme al ferro, il complesso vitaminico aiuta a combattere lo stress, previene l'invecchiamento precoce delle cellule e la propensione alle malattie oftalmiche. Gli agrumi sono buoni esempi di fonti di questa sostanza.

4- Mangia carne: la digestione di carne, pesce e pollame può indurre il rilascio di amminoacidi (in particolare cisteina) e polipeptidi nell'intestino tenue superiore, che si uniscono a complessi assorbibili formanti ferro non eme.

5- Pentola di ferro: sì! Anche l'uso di pentole in ferro è valido per aumentare l'assorbimento del minerale nell'organismo. "E 'una vecchia pratica. In effetti, alcuni studi mostrano un aumento del contenuto di ferro nel cibo preparato in questo utensile, ma mancano ancora studi clinici, per valutare la biodisponibilità di questo ferro", sottolinea la dott.ssa Patrícia.

Cosa dobbiamo evitare per aumentare l'assorbimento del ferro?

Rimuovi i fattori antinutrizionali che inibiscono l'assorbimento del ferro a vari livelli dal cibo:

1 - Carbonati (molto presenti nelle bevande analcoliche, ad esempio)

2 - Ossalati (spinaci, barbabietola, cacao in polvere, rabarbaro, bietola, pepe, germe di grano). Sì, barbabietola e spinaci dovrebbero essere consumati con moderazione in quanto possono compromettere l'assorbimento dei nutrienti, compreso il ferro.

3 - Fosfati e fitati (pane non fermentato, cereali non raffinati e semi di soia) e fattori della fibra vegetale.

4- I tè (ai pasti) possono ridurre l'assorbimento del ferro non eme di circa il 50%, attraverso la formazione di composti di ferro insolubili con il tannino. Sì, il compagno è tra loro! Anche il caffè può avere lo stesso effetto.

5- L'acido etilendiamminotetraacetico (EDTA), che è un conservante alimentare, provoca una riduzione del 50% dell'assorbimento del ferro non eme. Quindi rimanete sintonizzati sulle etichette dei prodotti!

NOTA: Quando si adotta una dieta ricca di ferro, è opportuno seguirla per almeno 3 mesi, in modo da osservare i primi segni di ripresa. Al termine di questo periodo, è necessario ripetere l'esame del sangue.