Mangiare di notte: puoi o non puoi? 7 miti o verità dell'ultimo pasto della giornata

Mangiare di notte, dopotutto, fa bene o fa male alla salute? Soprattutto per le persone che decidono di seguire diete frontali che vogliono perdere qualche chilo, l'abitudine di cenare o semplicemente di "pizzicare" qualcosa dal frigo prima di coricarsi è uno dei primi atteggiamenti da evitare. Ma è vero? Scopri alcuni miti e verità sull'ultimo pasto della giornata.

Cena o non cena? Oppure, chissà, fino a quando non scambi il pasto con uno spuntino a cena ... Cosa è più adatto? Secondo la nutrizionista Carolina Xavier, mangiare di notte è consentito, ma l'ideale è optare per cibi più leggeri, naturali e nutrienti, che non sovraccarichino il corpo durante le ore di sonno: "Il digiuno del sonno non aiuta con la perdita di peso e peggio, può provocare più voglia di rapinare il frigorifero durante la notte ", avverte il professionista, presentando in sequenza ciò che è vero o solo leggende alimentari sull'abitudine di mangiare di notte. Check-out!

7 Miti e verità sull'ultimo pasto della giornata

1 - "Mangiare di notte ti fa ingrassare"

Mito.

Secondo il nutrizionista, mangiare di notte aiuta ad accelerare le reazioni metaboliche e, di conseguenza, favorisce anche la naturale perdita di qualche chilo, perché, mentre si riposa durante il sonno, il corpo lavora spendendo energie per digerire questi cibi.

2 - "Posso sostituire la cena con uno spuntino"

Verità.

Per l'ultimo pasto della giornata, l'ideale è fare scelte sane, che forniscano sazietà e ti impediscano di pizzicare durante la notte. Che si tratti di uno spuntino o di una cena, le verdure sono buone opzioni, così come il latte, lo yogurt e i semi oleosi a basso contenuto di calorie.

3 - "Possiamo mangiare carboidrati solo fino alle 18:00"

Mito.

I carboidrati possono essere presenti nel nostro cibo in qualsiasi momento della giornata, tuttavia la sera è bene non esagerare con la quantità. Una buona opzione è contare i carboidrati, così saprai quanto consumarne l'ultimo pasto della giornata.

4 - "I diabetici non dovrebbero smettere di mangiare di notte"

Verità.

Carolina Xavier avverte che le persone con diabete non dovrebbero escludere l'ultimo pasto, in modo che non si verifichi l'ipoglicemia notturna (calo di zucchero). Nel caso di queste persone, è ancora più importante prestare attenzione al consumo di carboidrati, poiché possono aumentare gli indici glicemici nell'organismo, provocando iperglicemia (aumento dei tassi di glucosio).

5 - "Le zuppe sono sempre l'opzione migliore"

Mito.

Le zuppe sono ottimi pasti, soprattutto quando sono a base di verdure, ma potrebbero non essere sufficienti per soddisfare la fame di alcune persone. Pertanto, ci sono molte altre combinazioni di cibi che aiutano a comporre il pasto serale. "La dieta a base di zuppa può anche funzionare, ma a seconda del tuo stile di vita può essere d'intralcio", analizza il nutrizionista.

6 - "Dormire con la pancia piena altera il sonno"

Verità.

L'eccesso di cibo non è fattibile in qualsiasi momento della giornata. Dai la preferenza a cibi più leggeri e preparati meno grassi, che forniscono sazietà ma non influenzano la qualità del tuo sonno. I pasti ipercalorici richiedono più tempo per essere digeriti, impedendo al sonno di essere tranquillo e rinvigorente.

7 - "Bere solo latte caldo per perdere peso"

Mito.

Il latte è un'ottima alternativa per comporre il pasto serale, poiché dona relax e garantisce un buon riposo notturno, tuttavia il nutrizionista avverte: "Si consiglia di accompagnare il latte caldo con del cibo solido, la masticazione darà la sensazione di sazietà eviterà possibili ritocchi notturni ", conclude Carolina.