Carboidrati x glucosio: come regolare la glicemia con il cibo?

Prodotto consigliato

Barretta leggera ai cereali alla fragola con cioccolato Taeq 66g

Barretta leggera ai cereali alla fragola con cioccolato Taeq 66g

Pulsante di consegna Pão de Açúcar

Quando si parla del consumo quotidiano di carboidrati, soprattutto di notte, uno degli argomenti più discussi in relazione alle fonti di queste sostanze è come regolare il nostro appetito con l'indice glicemico della glicemia, senza perdere o, correttamente, togliere di più questi alimenti dalla nostra dieta efficace. La buona notizia è: questo è possibile, e meglio, molto accessibile e persino piacevole da fare!

Attualmente il taglio dei carboidrati è diventato una delle principali misure adottate da chi segue diete dimagranti e, soprattutto, dai diabetici. Ma, oltre a importanti fonti di energia per l'organismo, queste sostanze sono anche essenziali per il corretto funzionamento dell'organismo.

I carboidrati più semplici, presenti nei cereali, pasta, riso, patate, frutta, latticini e verdure, entrano nel flusso sanguigno più rapidamente e sono considerati avere un indice glicemico (IG) elevato, che è l'indicatore della velocità di questa azione. Lo zucchero dei carboidrati complessi, con meno calorie e ricchi di fibre, raggiunge il flusso sanguigno più lentamente e, per questo, sono considerati "a basso indice glicemico". "Gli alimenti con un indice glicemico basso possono ridurre le possibilità di picchi di zucchero nel sangue e quindi aiutare a mantenere normali livelli di glucosio in generale", spiega la nutrizionista Fábia Massarani.

Investi in diverse combinazioni!

Tra i nutrienti, una dieta ricca di fibre è essenziale per coloro che vogliono controllare i livelli di zucchero nel sangue, secondo Fábia. "Le fibre effettivamente aiutano nel controllo naturale dei livelli di zucchero nel sangue. Agiscono come un modo per impedire che lo zucchero venga reso disponibile direttamente nel sangue, evitando l'aumento dei suoi livelli. Concentrati quindi sul consumo di foglie, verdure , frutta e cibi integrali sono così importanti ", spiega.

Investire in alimenti che bloccano il glucosio è un'ottima idea per bilanciare i pasti. I semi oleosi, come noci e mandorle, possono essere combinati con la frutta in modo che il loro IG sia più basso. Inoltre, altre fonti di carboidrati possono essere utilizzate come alternative ai carboidrati di riso e pane.

"La patata dolce, oltre a contenere antiossidanti e fibre che aiutano a regolare la digestione e migliorare la salute generale, assume anche la funzione di rilasciare lo zucchero più gradualmente, essendo un ottimo modo per riequilibrare l'IG di un pasto", suggerisce Fábia.

Le buone abitudini aiutano anche a regolare lo zucchero

Per mantenere il corpo nutrito alla misura e ai normali livelli di zucchero, è importante non saltare i pasti, poiché l'atteggiamento non solo sconvolge la dieta ma sconvolge anche i livelli dei vari componenti nel flusso sanguigno. Fábia Massarani spiega che avere pasti regolari, distanziati e programmati oltre agli spuntini a intervalli di colazione, pranzo e cena sono ottime abitudini per mantenere i normali livelli di glucosio nel sangue.