Cosa sono i carboidrati e in quali alimenti trovarli

Dopo tutto, cosa sono quei carboidrati che spesso compaiono sulle tabelle di informazioni nutrizionali per biscotti, pane e persino riso? Ebbene, gli idrati non sono altro che carboidrati, carboidrati o - i più comuni e conosciuti di tutti - carboidrati! La nomenclatura varia a causa della composizione organica degli elementi, che possono avere formule chimiche diverse. E, contrariamente a quanto pensano molti, non sono i cattivi della tua dieta! Per capire meglio l'argomento, abbiamo intervistato la nutrizionista Carine Rodrigues, che ha chiarito tutti i dubbi e ha persino spiegato esattamente perché gli idrati sono così importanti nella nostra dieta. Check-out!

I carboidrati sono uno dei modi principali per fornire energia al corpo

I carboidrati costituiscono la maggior parte della nostra dieta quotidiana. Fanno parte del gruppo di componenti alimentari fondamentali per il nostro organismo (noti come macronutrienti) e che devono essere ingeriti in quantità relativamente elevate ogni singolo giorno, questo, ovviamente, in relazione ad altri tipi di nutrienti.

Secondo Carine, "i carboidrati sono composti organici, costituiti da carbonio, idrogeno e ossigeno. La funzione principale di questa molecola nel nostro organismo è quella di fornire energia alle cellule, dando loro substrato per metabolizzare e, quindi, essere in grado di svolgere il loro I principali carboidrati sono glucosio, fruttosio e galattosio ".

I carboidrati (o carboidrati) possono essere assorbiti rapidamente o lentamente

Sempre secondo il nutrizionista, i carboidrati possono essere suddivisi in due grandi gruppi: semplici e complessi. Alcuni di loro possono essere assorbiti più rapidamente dal tuo corpo, mentre l'altra parte no.

Dopo tutto, cosa significa in pratica? Molto semplicemente: questo è molto rilevante per le persone con diabete, ipoglicemia o chiunque abbia una condizione che implica il tentativo di bilanciare il livello di glucosio nel sangue nel tuo corpo. E in generale, influenza direttamente la tua dieta.

"I carboidrati semplici, noti anche come carboidrati ad alto indice glicemico, sono chimicamente composti solo da uno o due tipi di saccaridi e sono facilmente digeribili dall'organismo. Poiché sono carboidrati a rapido assorbimento, [essi] rilasciano energia al corpo e aumentano livelli di glucosio nel sangue rapidamente ", spiega Carine.

I carboidrati complessi - noti anche come carboidrati a basso indice glicemico - si formano dall'unione di vari tipi di saccaridi e, quindi, vengono assorbiti in modo diverso. "Poiché l'organismo ha bisogno di 'rompere' le molecole in parti più piccole fino a quando non può assorbire e rilasciare energia, [i complessi] sono carboidrati ad assorbimento lento che aumentano progressivamente i livelli di glucosio nel sangue", spiega Carine.

Il punto più importante è come dovresti consumarli. I carboidrati semplici sono i principali alleati di chi pratica attività fisica. Forniscono energia immediata essendo digeriti rapidamente e rendono il tuo corpo più preparato per un allenamento intenso.

Ma il nutrizionista avverte anche: "nello stesso modo in cui i carboidrati semplici aumentano rapidamente il glucosio nel sangue, ritorna presto ai livelli precedenti. Cioè, si ha fame poco dopo aver mangiato. Quindi, il più consigliato è dare la preferenza per i carboidrati complessi, poiché, a causa del lento assorbimento, la sensazione di sazietà e la produzione di energia sono più durature. Inoltre, gli alimenti ricchi di carboidrati complessi hanno anche più nutrienti rispetto a quelli composti da carboidrati semplici, poiché passano per un minor numero di fasi di lavorazione industriale ".

In quali cibi puoi trovarli?

Secondo Carine, i carboidrati semplici sono presenti negli alimenti "come zucchero, miele, sciroppo di mais, riso bianco, pasta, pane e biscotti a base di farina di grano raffinato, dolci, cioccolatini, ecc." Cioè, sono sicuramente presenti in quelle leccornie che consumi di volta in volta.

I complessi, noti anche per essere estremamente ricchi di fibre, si trovano in "riso, pane, pasta fatta con farina integrale, avena, legumi (piselli, ceci, fagioli) ecc", spiega il nutrizionista.