6 alimenti che prevengono l'ipoglicemia. Scopri come agiscono nel corpo!

Prodotto consigliato

Acqua di cocco Taeq 200ml

Acqua di cocco Taeq 200ml

Pulsante di consegna Pão de Açúcar

I nostri corpi non sono macchine, quindi dobbiamo prenderci cura di loro per mantenere l'apice della vita quotidiana ed evitare cadute improvvise, come nel caso dell'ipoglicemia. Una sana alimentazione, ad esempio, è uno dei principali fattori per prevenire questo disturbo che, sebbene sia caratteristico dei diabetici, può capitare a chiunque abbia livelli di glucosio inferiori a quanto necessario. Comprendi cos'è l'ipoglicemia e conosci gli alimenti che aiutano a ridurre i rischi.

In breve, l'ipoglicemia si verifica quando i livelli di zucchero nel sangue sono inferiori al normale, causando diverse complicazioni e sintomi. Il disturbo provoca malessere, nausea e, nei casi più gravi, anche svenimenti, quindi c'è confusione con il calo della pressione sanguigna. Oltre ad essere consapevoli dei segnali del proprio corpo, è essenziale investire in una dieta equilibrata per controllare i livelli di glucosio e affinché il corpo funzioni correttamente e in continuo processo.

Digiuno - Tra le cause più comuni, il lungo periodo senza mangiare, il famoso digiuno, può portare anche all'ipoglicemia e all'assenza di carboidrati complessi. Per questo la nutrizionista Luciana Novaes ha separato alcuni alimenti che possono essere presenti nella tua vita quotidiana e possono evitare i disturbi causati da una cattiva alimentazione o aiutare ad aumentare i livelli di zucchero in caso di diabete. Check-out!

6 alimenti che aiutano a prevenire l'ipoglicemia

1 - Succo d'arancia: il frutto è ricco di carboidrati semplici, che aumentano rapidamente la glicemia, aiutando a ridurre i sintomi e il malessere. Anche se con nausea e nausea, è importante bere il succo. "Bastano 150 ml di succo di frutta per uscire dallo stato ipoglicemico", spiega il professionista.

2 - Acqua di cocco: la bevanda fonte di nutrienti, oltre a rinfrescare, aiuta molto quando si alzano i tassi di zucchero nel sangue. "L'acqua di cocco è carboidrato puro, oltre ad essere ricca di potassio e anche un'ottima fonte di idratazione. Come il succo d'arancia, 150 ml saranno sufficienti", sottolinea il nutrizionista.

3 - Pane tostato intero: Facile da digerire, il pane tostato intero aiuterà ad uscire dall'ipoglicemia, aiutando il rilascio tempestivo dei carboidrati. "Poiché è un alimento completo, è anche una fonte di fibre che aiuta nel controllo del rilascio di glucosio", sottolinea Luciana Novaes.

4 - Uvetta: fonte di vitamine e minerali che aiutano a mantenere in salute il nostro corpo, una porzione di uva passa aiuta nel controllo dell'ipoglicemia. "I frutti sono facilmente digeribili e l'uva ha grandi quantità di zucchero. Basterà 1 cucchiaio da dessert per aumentare la glicemia", analizza il professionista.

5 - Miele: per accelerare il processo, l'ipoglicemia si verifica quando manca lo zucchero nel sangue, quindi investire in alimenti che contengono zucchero faciliterà il processo. "Il più veloce per aumentare la glicemia, come lo zucchero. Il vantaggio è che è un alimento con proprietà antinfiammatorie, antiossidanti ed espettoranti", spiega.

6 - Latte: per chi non è allergico alla sostanza, 150ml di latte possono aiutare durante l'ipoglicemia. "Il latte ha un tipo di zucchero, il lattosio. È un'opzione salutare perché è anche fonte di proteine ​​e calcio per l'organismo", conclude il nutrizionista.

Attenzione: cerca un aiuto professionale

È estremamente importante che la persona cerchi di consultare un professionista nel campo per conoscere le cause dell'ipoglicemia, soprattutto se il disturbo è costante. Oltre al digiuno, alcuni farmaci possono causare ipoglicemia, soprattutto per i diabetici. Pertanto, consultare il proprio medico e cercare di affrontare la causa del problema.