Frutti climatici e non climatici: quali sono le differenze tra loro?

Hai mai sentito parlare di frutti climatici? Contrariamente a quanto può indicare il nome, no, non hanno nulla a che fare con quelli stagionali, cioè quelli stagionali. In effetti, sono quelli che maturano al piede, quindi possono essere raccolti mentre sono ancora verdi. Vuoi saperne di più su di loro e sulle loro differenze per condizioni non climatiche? Allora dai un'occhiata al materiale che abbiamo preparato per te:

I frutti climatici maturano dal piede

Come abbiamo già spiegato, i frutti del climaterio sono quelli che maturano dall'albero. Ciò significa che anche se ne acquisti uno sul mercato ancora verde, nel corso dei giorni maturerà. Questo dettaglio può sembrare piccolo, ma può effettivamente fare la differenza. Dopotutto, hai pensato di partire per preparare qualcosa con la frutta più tardi e si guasta? Per i periodi più caldi dell'anno questo fattore va tenuto in maggior considerazione, poiché le alte temperature fanno maturare più velocemente il cibo. Pertanto, è necessario prestare attenzione per evitare sprechi alimentari. Conosci alcuni frutti climaterici e i loro principali benefici:

La banana è ricca di potassio

Forse la banana può essere considerata uno dei principali frutti climatici, poiché matura molto rapidamente. Uno dei suoi maggiori vantaggi è essere ricco di potassio, che oltre a bilanciare i livelli di acqua nel corpo previene anche i crampi.

L'avocado abbassa il colesterolo cattivo

L'avocado è quel frutto a cui devi prestare molta attenzione prima di acquistare. Dopotutto, a seconda di quando lo utilizzerai, dovrai acquistarlo verde con qualche giorno di anticipo. Il consiglio è di controllare se la buccia è morbida, perché se è così significa che l'avocado è maturo. Tra i tanti benefici dell'avocado, possiamo citare il contributo a ridurre i livelli di colesterolo cattivo (LDL), aumentando quelli di buono. Ciò evita problemi legati al sistema cardiovascolare. Inoltre, il frutto è ricco di numerose vitamine e minerali, che aiutano nel corretto funzionamento del corpo nel suo complesso.

Il melone ha un'azione disintossicante

Bene, anche il melone è nella lista dei frutti che maturano dall'albero! Oltre ad avere potere disintossicante - cioè aiuta a liberare il corpo dalle tossine dannose per l'organismo - è anche ricco di fibre, e quindi regola l'intestino, prevenendo problemi come la stitichezza, oltre ad aumentare la sensazione di sazietà .

Il mango aiuta a controllare l'indice glicemico

Oltre ad essere ricco di numerose vitamine e minerali, il mango ha uno dei suoi differenziali per aiutare a controllare l'indice glicemico del corpo, che è ottimo per i diabetici, che hanno bisogno di controllare i livelli di zucchero nel sangue. Inoltre, il frutto abbassa l'HDL ed è ricco di fibre.

La pera è antiossidante

Oltre a maturare dal piede, la buccia della pera - che col tempo diventa gialla - ha il vantaggio di essere ricca di antiossidanti. Ciò significa che combatte l'azione dei radicali liberi, prevenendo l'ossidazione cellulare. Questo previene l'invecchiamento precoce e rafforza il sistema immunitario. Inoltre, il frutto è ricco di fibre e vari minerali.

I frutti non climatici devono essere consumati presto

I frutti non climaterici, d'altra parte, come suggerisce il nome, non maturano dall'albero. Ciò significa che se li compri dal mercato e sono verdi, non c'è molto da fare. Non serve aspettare che maturino, perché marciranno. Pertanto, è molto importante sapere se sono già maturi o meno, perché in questo modo si evita di fare acquisti sbagliati, generando un possibile spreco alimentare. Sappi quali dovresti tenere d'occhio e perché consumarli:

La fragola è una fonte di vitamina C.

Chi ama le fragole sa che questo frutto si deteriora molto velocemente, anche se messo in frigorifero. Allo stesso tempo, chi lo consuma per tempo sta ingerendo una buona quantità di vitamina C, che oltre ad essere un antiossidante aiuta nell'assorbimento del ferro da parte dell'organismo.

L'uva fa bene alla memoria

In generale, l'uva è ricca di vitamine del gruppo B. Ciò significa che aiutano il sistema nervoso a funzionare meglio, migliorando non solo la memoria ma anche evitando problemi legati al cervello, come il morbo di Alzheimer.

L'arancia aiuta a idratare il corpo

Oltre ad essere un'ottima fonte di vitamina C, l'arancia aiuta anche a regolare il pH delle urine, prevenendo problemi ai reni. Senza contare che la sua polpa ha molta acqua, motivo per cui il frutto è considerato uno di quelli che aiutano a idratare l'organismo.

L'anguria è ricca di vitamine A e C.

E a proposito di idratazione, abbiamo l'anguria, che ha un alto contenuto di acqua. Ma, in più, è ricco di vitamine A e C. Vale la pena ricordare che il primo aiuta nella vitalità della pelle e dei capelli, oltre ad essere buono per la vista.

Il limone aiuta a disintossicare il corpo

Finalmente abbiamo il limone! Questo frutto disintossicante è, come gli altri agrumi, ricco di vitamina C. Un altro vantaggio è che è fonte di ferro, e quindi impedisce al corpo di soffrire di anemia.