Alimenti che causano coliche nel tuo bambino che le madri dovrebbero evitare

Poiché hanno il sistema digestivo ancora in formazione, i bambini possono reagire al cibo in modi diversi, soprattutto nella fase di introduzione del cibo. E sebbene non ci siano studi scientifici per dimostrare quali alimenti causano coliche nel bambino, ne abbiamo parlato con la nutrizionista Natália Vignoli, specializzata in alimentazione materna e infantile. Ha chiarito i principali dubbi e separato alcuni importanti suggerimenti che vale la pena adottare. Guarda!

'Quello che mi piace dire alle madri è che fanno una specie di diario alimentare, annotando cosa hanno mangiato e i sintomi generati dal bambino'

Hai presente l'idea che anche dopo il parto le mamme debbano prestare attenzione alla loro routine alimentare? Quindi, questo è uno dei fattori che giustifica la comparsa di coliche nel bambino.

Secondo Natália, non esiste un alimento specifico che influenzi direttamente lo sviluppo delle coliche nel bambino. Questo è un processo individuale che può essere causato da diversi motivi e che cambia da organismo a organismo, essendo trasmesso principalmente dall'allattamento al seno. Quindi è molto importante mantenere una sana routine alimentare.

Il consiglio principale, infatti, è quello di fare un diario alimentare. "Quello che mi piace dire alle madri è che facciano una specie di diario alimentare, annotando cosa hanno mangiato e i sintomi generati dal bambino, incrociando le informazioni per vedere se ci sono gruppi in cui il bambino ha più allergie o altri cibo specifico ", afferma.

Il latte non materno può essere uno dei fattori responsabili delle coliche nel bambino

Durante i primi sei mesi di vita del bambino, i pediatri spesso istruiscono le mamme per la prima volta che il latte materno dovrebbe essere l'unica fonte di cibo che forniscono. Tuttavia, alcune madri non hanno latte a sufficienza per tutto questo tempo e spesso hanno bisogno di ricorrere a fonti alternative.

Secondo il nutrizionista, "quando parliamo, ad esempio, di latte non materno - e parliamo di un bambino che allatta -, è importante specificare che quando non allatta esclusivamente al seno probabilmente ha una formula indicata dal pediatra che può finire per sviluppare reazioni nel corpo ", dice.

Aggiunge anche spiegando che alcuni bambini sono già allergici alle proteine ​​del latte e che questo finisce per essere confermato quando il latte non materno viene introdotto nella dieta. "Dobbiamo anche stare attenti perché a volte abbiamo un bambino che è allergico alle proteine ​​del latte vaccino e questa colica può presentarsi come una delle manifestazioni dell'allergia. di latte ".

Anche fagioli, piselli e altri legumi possono causare coliche nel bambino

È possibile che tu abbia sentito che i fagioli provocano gas se consumati in modo esagerato. Ma quando parliamo di un sistema digestivo ancora in formazione, la maggior parte dei legumi, come lenticchie, piselli e fagioli, sono cibi difficili da assorbire che possono essere fermentati nell'intestino e causare coliche nei bambini.

"Cereali come fagioli, ceci, lenticchie e soia tendono a dare più gas dovuti al fitato, un componente comune in tutti questi alimenti e noto come componente anti-nutritivo (o anti-nutriente). In questo caso, uno dei modi di ridurre la formazione di gas è immergendo questo chicco. Lo immergiamo in acqua durante la notte, poi scartiamo quest'acqua e cuociamo, migliorando la digeribilità del chicco ", spiega Natália.

I crampi ai bambini possono anche derivare da cibi come le verdure crocifere

Sebbene siano consigliate come alimenti ricchi di antiossidanti, vitamine, minerali e molte fibre, le verdure crocifere - solitamente di colore verde scuro - come broccoli, cavoli e rucola - possono anche trasferire le loro caratteristiche nel latte materno e favorire i crampi.

Nel caso di questi alimenti, il problema è nella grande quantità di zolfo (altro componente antinutrizionale per i bambini se consumato troppo), in eccesso di fibre e nell'abbinamento del piatto (mescolando molti di questi elementi).

Il nutrizionista spiega che spesso "abbiamo questa preoccupazione di inserire fibre nella dieta - aumentando per esempio l'assunzione di foglie e cereali integrali - che possono anche ostacolare e generare gas, a causa della maturazione dell'intestino del bambino".