Pomodoro: qual è la forma di consumo più sana? Scoprilo!

I pomodori sono in una lista importante e selezionata degli alimenti più consumati al mondo. Non c'è da stupirsi, dopotutto, oltre al sapore che genera a qualsiasi ricetta, ha delle ricchezze nutrizionali che aiutano la salute del nostro corpo in generale. Sapevi però che il modo in cui consumiamo questo frutto è determinante per goderne i benefici? Che sia come succo, in insalata o come salsa, questo ingrediente ha piccoli segreti che possono o meno migliorare il tuo pasto. Check-out!

Generalmente, quando si parla di frutta, verdura o verdura, si ritiene che il consumo più appropriato sia crudo, o " in natura", per ottenere più nutrienti. In effetti, nella stragrande maggioranza lo è, ma con i pomodori è diverso. Per inserirlo e sfruttarne al massimo i benefici, è necessario prepararlo correttamente, soprattutto in modo elaborato o cotto. La nutrizionista Luciana Fiorese spiega:

"Un pomodoro medio, 150 g, ha solo 35 calorie e lo 0% di colesterolo, sodio e grassi saturi. Ma questi vantaggi possono essere sfruttati se consumiamo pomodori trasformati e cotti, poiché il nostro corpo assorbe il licopene in questo modo meglio che consumarlo. -il crudo o nei succhi, per esempio ", sottolinea il professionista.

Quali sono i principali nutrienti nei pomodori?

Contrariamente a quanto molti pensano, il pomodoro non è un ortaggio o un ortaggio, il cibo rossastro è un frutto estremamente ricco di nutrienti essenziali per il nostro organismo. Anche la sostanza responsabile del suo colore, il licopene, è un potente antiossidante che agisce sulle cellule del nostro corpo, rallentando l'invecchiamento e avvantaggiando il sistema immunitario. Secondo Luciana Fiorese i pomodori sono fonte di numerosi benefici per la nostra salute:

"È ricco di vitamine A, B, C, PP e K, di minerali come fosforo, calcio, zinco, magnesio, potassio, sodio e manganese e bioflavonoidi", sottolinea il professionista.

Più benefici: i nutrienti presenti nel frutto aiutano a combattere vari tipi di cancro come seno, polmone, esofago, prostata e pelle, inoltre, favorisce il benessere del cuore, prevenendo le malattie cardiovascolari. I pomodori sono anche responsabili del rafforzamento della salute delle ossa e del miglioramento della vista, e poiché è una fonte di potassio, un minerale spesso scarso nella dieta dei brasiliani, il cibo aiuta a regolare i livelli di zucchero nel sangue, controllare il diabete e prevenire ipertensione, ictus, artrite e disturbi digestivi.

Il pomodoro a vantaggio del dimagrimento

I pomodori sono un'ottima opzione da aggiungere alla tua dieta, tuttavia, cerca sempre un professionista nella zona che ti aiuti a controllare il cibo e mantenerlo equilibrato. Inoltre, secondo la Dott.ssa Luciana, il frutto aiuta nel dimagrimento se consumato insieme ad altri alimenti che fanno anche parte di una dieta sana e corretta:

"Aiuterà con la perdita di peso se aggiunto alle insalate: aumentano i livelli di vitamina C ed E, acido folico, licopene e carotenoidi. Prepara le insalate con pomodori, carote, cipolle, barbabietole, cavoli, peperoni, lattuga, cetrioli. Evitate le salse industriali. Limone o aceto per la salsa sono una buona scelta ", conclude la nutrizionista.