Yogurt funzionali con semi: scopri i vantaggi di questa potente combinazione!

Lo yogurt è sempre un alimento funzionale in un piano alimentare sano. Gustoso e fonte di importanti nutrienti, diventa ancora più ricco quando aggiungiamo frutta, cereali e altri semi che aggiungono sostanze più benefiche al nostro corpo. Che si tratti di chia, semi di lino e persino semi di girasole, possono rendere il tuo spuntino più potente! Scopri i migliori cereali e semi per ravvivare il tuo yogurt.

Nella sua versione leggera, dietetica, zero lattosio o tradizionale, lo yogurt è una fonte alimentare di nutrienti essenziali per il benessere del nostro organismo. Agisce sul sistema immunitario, favorisce una sana perdita di peso e altre importanti funzioni del corpo. Quando aggiungiamo i semi, ne potenziamo i benefici e rendiamo il cibo ancora più gustoso, come spiega la nutrizionista Luiza Soares:

"Lo yogurt, per il suo derivato del latte, è un alimento ricco di calcio. Il minerale contenuto nello yogurt viene assorbito meglio di quello presente nel latte. Anche i semi come la chia e il sesamo sono ricchi di calcio, e l'associazione con lo yogurt migliorerebbe l'apporto di questo micronutriente nel pasto. I semi di girasole e sesamo sono inoltre ricchi di magnesio, un minerale carente nell'organismo, altera l'assorbimento e il metabolismo del calcio ", analizza il professionista.

Vedi alcune opzioni di semi da aggiungere al tuo spuntino

1 - Semi di lino: secondo il nutrizionista questo seme ha sostanze che, a contatto con lo yogurt, avvantaggiano il nostro organismo: "Il seme di lino, ad esempio, è ricco di lignine, una fibra indigeribile considerata prebiotica, cioè , stimola la proliferazione e la crescita dei probiotici (microrganismi benefici che regolano la nostra flora intestinale presenti nello yogurt), ecco perché i benefici di questa unione.

2 - Semi di girasole: con ottimi costi e benefici, questo alimento può essere aggiunto alla nostra dieta per rendere il nostro corpo più sano ed equilibrato. Fonte di proteine, fibre alimentari e vitamina E, se aggiunti allo yogurt, i semi diventano essenziali per combattere l'invecchiamento precoce delle cellule, prevenire l'azione dei radicali liberi, avere azioni antinfiammatorie e aiutare a controllare i livelli di colesterolo nel sangue .

3 - Chia: fonte di acidi grassi, omega 3, la chia è responsabile dell'aggiunta di fibre alimentari, facilitando il transito intestinale e prevenendo le malattie cardiovascolari. Questo superfood stimolerà la tua merenda: "La Chia è ancora un seme con un'elevata capacità gelificante. Un buon consiglio è di aggiungerlo allo yogurt 1 ora prima del consumo e lasciarlo in frigorifero, per chi preferisce lo yogurt di consistenza più soda, tratterrà gran parte dell'acqua contenuta nel prodotto.

4 - Sesamo: a sua volta, il sesamo è anche ricco di fibre che regolano l'intestino prevenendo la stitichezza. "Le fibre insolubili trattengono le sostanze tossiche ingerite e di conseguenza diminuiscono il tempo di esposizione di queste sostanze nell'organismo", sottolinea il nutrizionista. È inoltre ricco di sali minerali come calcio, ferro, magnesio, zinco e rame, sostanze necessarie per il benessere dell'organismo.

"Mangiare insieme allo yogurt è una piacevole combinazione che unisce le qualità nutritive di questi alimenti, rendendolo un'ottima opzione per il consumo e l'inclusione di omega 3 nella dieta", aggiunge Luiza Soares.

Raccomandazioni per il consumo

La quantità consigliata di questi semi per un adulto sano varia da uno a due cucchiai, secondo il nutrizionista: "L'assunzione non deve essere eccessiva, altrimenti un consumo eccessivo di fibre può provocare disagio, diarrea e malassorbimento dei nutrienti. Vedi da sempre nutrizionista per aggiustamenti individuali "analisi.

"I semi devono essere conservati in imballaggi scuri e protetti dalla luce e dal calore per preservarne le proprietà. Per poter sfruttare al meglio i benefici dei semi di lino, è necessario schiacciarli prima del consumo. Non ci sono controindicazioni in quanto il il consumatore ha una dieta equilibrata e varia e nessuna malattia che implica una limitazione del consumo di fibre ", conclude Luiza Soares

* Luiza Soares (CRN 17100444) nutrizionista laureata all'UFRJ e studentessa post-laurea in sport e nutrizione funzionale. La professionista mette a disposizione per informazioni e contatti la sua pagina Instagram: @nutricionistaluizasoares