Dieta DASH per pazienti ipertesi: in che modo questa dieta controlla la pressione sanguigna?

Più che dimagrire, una dieta equilibrata consiste nel lasciare il corpo sano, in buono stato di funzionamento e nutrito, per rinforzare il corpo e combattere lo sviluppo di malattie. Questo è il punto forte della dieta DASH, un programma alimentare il cui obiettivo principale è prevenire l'ipertensione attraverso cibi sani e senza grandi restrizioni!

DASH è l'acronimo americano di "Dietary Approach to Stop Hypertension". Secondo la nutrizionista Sheila Basso, la dieta è nata da studi americani con l'obiettivo di abbassare i livelli di pressione sanguigna dei pazienti ipertesi, con conseguente perdita di peso naturale, poiché la proposta consiste nel ridurre il consumo di sodio, grassi saturi e colesterolo:

"Al contrario, nella dieta DASH, il consumo di verdura, verdura e frutta dovrebbe essere aumentato, così come cereali integrali, carni magre e latticini con ridotto contenuto di grassi. Pertanto, i ricercatori hanno scoperto che si verificava in aggiunta alla diminuzione della pressione sanguigna. dimagrimento. In questa proposta alimentare vanno evitati il ​​più possibile i prodotti industriali che contengono quantità eccessive di sale, conservanti e zuccheri ", spiega il professionista.

Dieta DASH: come funziona?

La dottoressa Sheila Basso sottolinea che la dieta DASH è un piano equilibrato e facile da seguire, poiché non ci sono restrizioni dietetiche e non c'è nemmeno il controllo delle quantità. Il nutrizionista spiega come avviene il controllo del cibo:

- I carboidrati (cereali integrali e frutta) dovrebbero essere responsabili del 55% delle calorie giornaliere, del 18% del consumo di proteine ​​(pollo, pesce e uova) e del 27% dei grassi sani (insaturi - olio d'oliva e noci).

- L'assunzione di sodio non deve superare i 1500 mg in questa dieta, che equivarrebbero a 3,5 grammi di sale da cucina = 3 bustine da 1 grammo suddivise nell'arco della giornata.

- Il consumo di fibre dovrebbe essere di 30 grammi al giorno, per questo l'individuo deve sostituire i cereali, il pane e la pasta con le loro versioni intere al fine di mantenere un adeguato funzionamento intestinale e l'equilibrio nella glicemia e di conseguenza la minore produzione di grasso localizzato .

Quali sono i vantaggi della dieta DASH?

Oltre alla sua proposta per ridurre i livelli di pressione sanguigna, la dieta DASH aiuta ad intensificare il consumo di cibi naturali e più sani, contribuendo a fornire benessere generale al nostro corpo, favorendo la perdita di peso in modo equilibrato e senza limitare sia il consumo di determinati alimenti:

"Quello che lei sostiene è lo scambio di cibi grassi con cibi freschi - frutta, verdura e verdure - che le persone hanno smesso di consumare negli anni, sostituendo cibi industrializzati, confezioni piene di zucchero, grassi e sale", analizza Sheila Basso .

Restrizioni e cura del piano alimentare

Come con qualsiasi dieta, dovresti cercare l'aiuto di un nutrizionista per formulare le raccomandazioni necessarie. Inoltre, trattandosi di una dieta mirata all'abbassamento della pressione sanguigna, la sua pratica dovrebbe essere consigliata dal medico:

"È importante notare che questa dieta può danneggiare i bambini, le donne incinte e gli anziani, in quanto appartengono a quello che chiamiamo il 'gruppo a rischio' poiché hanno bisogno di più nutrienti e hanno un metabolismo diverso rispetto agli adulti. Crescita e sviluppo può essere danneggiato se questa dieta viene eseguita senza monitoraggio ", avverte il nutrizionista.

* Sheila Basso (CRN 21,557) è una specialista in nutrizione clinica e obesità, perdita di peso e salute dell'Università Federale di San Paolo (Unifesp).