Qual è la tua canzone preferita? Scopri cosa dicono di te i tuoi gusti musicali!

Se filosofeggiamo un po 'sull'importanza dell'arte nella vita, la musica può essere considerata una colonna sonora che segna momenti, trasporta ricordi e attraversa generazioni. Che si tratti di un ritmo calmo, per rilassarsi e aiutare a riflettere, o più agitato, per ballare e cantare ad alta voce, la musica ha il potere di far emergere i nostri sentimenti. Pertanto, il gusto musicale può evidenziare grandi caratteristiche di chi siamo e delle nostre personalità.

Che si tratti di pop, rock, reggae, classica o il nostro MPB, la musica è un'arte senza tempo che unisce gusti e stili. Dopo tutto, chi non ha quella canzone che ricorda un amore, una persona speciale o un momento importante della vita? Pertanto, oltre ad un'espressione artistica, viene trattata anche come medicinale, tanto che esiste un metodo terapeutico specifico, la musicoterapia, che, attraverso le melodie, aiuta a rimuovere i sintomi di stress e depressione. La psicologa Gabriela Bandeira spiega come il gusto musicale è associato al nostro stile di vita:

"I nostri gusti musicali parlano della nostra personalità e di come vogliamo che il mondo ci veda. Ad esempio, i ricercatori hanno osservato che le persone intuitive tendono ad apprezzare una maggiore varietà di generi musicali, rispetto alle persone che preferiscono la ricerca di sensazioni", spiega il professionale.

Comprendi la personalità di ogni persona in base al suo stile musicale

Reggae: sebbene non sia il genere più popolare, è un tipo di musica aggregante. Calma, rilassa, fa riflettere, ideale per chi ama tenere un po 'il ritmo della routine quotidiana. I "regueiros" sono caratterizzati da persone spoglie, distaccate, ottimiste e molto creative.

Musica classica: oltre al genere, le persone in questo gruppo sono più sofisticate e più concentrate sulla cultura, come la letteratura e l'architettura, per esempio. Una buona comprensione della musica classica si distingue per la sua eleganza e per la sua autostima piuttosto elevata.

Rock: L'amore per questo genere di solito viene trasmesso di padre in figlio, di generazione in generazione. E, sebbene la caratteristica di queste persone sia che sono un po 'introversi su base quotidiana, possono anche essere molto espansivi e performativi, specialmente quando si liberano ai primi accordi di chitarra.

Jazz: come il blues, il jazz è considerato un tipo di musica alternativa, perfetto per le persone a cui piace pensare a un sottofondo musicale armonioso. Il genere è caratterizzato da persone pacifiche, sicure e sempre aperte a nuove opinioni, oltre che socievoli e aggreganti.

Elettronica: Per le persone molto eccitate e che amano scuotere la routine, i beat elettronici sono perfetti, sia per ballare che per stimolare le pratiche quotidiane, come fare sport, per esempio. Sebbene la musica elettronica riunisca tutti i tipi di personalità, gli amanti sono caratterizzati dall'essere creativi e divertenti.

Pop: questo genere porta l'abbreviazione di popolare e non c'è da meravigliarsi. È il tipo musicale più "accessibile", poiché i successi si adattano alle loro melodie. Chi è innamorato di questa musica può essere estroverso, con autostima garantita e disponibilità lassù.

Samba: "A chi non piace il samba ... Un bravo ragazzo non lo è!". Coloro che apprezzano questo stile, così radicato nella cultura brasiliana, sono generalmente persone a cui piace riunire amici per cantare, ballare e ballare senza compromessi. I ballerini di samba sono estroversi e rispettano la ricca storia del genere.

I benefici della musica per lo sviluppo di bambini e adolescenti

La dott.ssa Gabriela Bandeira sottolinea che oltre alla musica che aiuta a scegliere il proprio stile e lo sviluppo della personalità, qualsiasi genere musicale può aiutare la crescita di bambini e adolescenti:

"La musica è un elemento di facilitazione per la comprensione e l'apprendimento degli esseri umani, che contribuisce a una migliore concentrazione e rendimento scolastico. Soprattutto durante l'infanzia, gli stimoli musicali forniscono lo sviluppo relativo alla capacità di attivare il cervello, dotandolo di abilità. La musica agisce anche su il corpo e la mente agiscono a livello biopsicosociale, ed è in grado di influenzare il modo in cui l'individuo percepisce e interagisce con il mondo che lo circonda ", conclude lo psicologo.

* Gabriela Bandeira (05/48994) è una psicologa laureata all'UFRRJ in terapia cognitivo comportamentale.

Original text