Cos'è il kombucha e come preparare questa bevanda fermentata nel tè verde, opaco o nero

Le bevande fermentate stanno guadagnando sempre più spazio nelle cucine. Il kefir, ad esempio, è diventato popolare e oggi è molto apprezzato dalle persone che cercano una dieta più sana. Ma per quanto riguarda il kombucha? Nota per le sue proprietà medicinali, la bevanda è stata consumata in Cina da millenni, ed è ottima per rigenerare la flora intestinale. E guarda, questi non sono i tuoi unici vantaggi.

Kombucha: i benefici di questa bevanda probiotica

Innanzitutto è necessario ricordare che trattandosi di una bevanda probiotica contiene lattobacilli vivi, microrganismi essenziali per il corretto funzionamento dell'intestino. Agiscono direttamente sulla flora intestinale, aiutando a prevenire problemi come diarrea e stitichezza. Il grosso problema è che i probiotici si trovano solitamente nel latte, il che non è il caso del kombucha, e quindi è indicato anche per le persone che hanno intolleranza al lattosio.

Un altro grande vantaggio di questa bevanda è che è disintossicante e può far parte del menù di chi ha aderito alla dieta detox. Inoltre, è ricco di vitamine C, K e del complesso B. Ciò significa che è un antiossidante, combatte i radicali liberi e rende il sistema immunitario più forte e meno suscettibile alle malattie. I loro microrganismi aiutano anche a uccidere il batterio H. pylori, che è una delle principali cause di gastrite. Pertanto, il suo consumo allevia anche il dolore addominale.

Come preparare il kombucha

Il kombucha viene spesso paragonato al kefir perché entrambi sono bevande fermentate probiotiche che possono essere prodotte in casa. Tuttavia, la loro preparazione non è la stessa. In primo luogo, perché la colonia è diversa, essendo conosciuta come scoby. Inoltre, mentre il kefir viene fermentato nel latte o nell'acqua, con il kombucha questo processo viene eseguito nel tè, che può essere verde, nero o opaco. Queste tre opzioni hanno una buona quantità di caffeina (sebbene non tanto quanto quella presente nel caffè), ed è per questo che sono così consigliate. Ricordando che a seconda del tè che scegli la bevanda può essere più chiara o più scura.

Per preparare il kombucha è necessario avere una colonia e 100 ml del liquido che la accompagna. Inoltre, è necessario preparare 1 litro di tè, che deve essere addolcito secondo il gusto personale di coloro che apprezzeranno la bevanda fermentata. Lo zucchero utilizzato può essere raffinato o cristallino o demerara. Per iniziare mescolate i tre ingredienti in un barattolo e copritelo con un canovaccio fissato da un elastico. La bevanda può richiedere fino a 15 giorni per essere pronta, ma puoi vedere il cambio di gusto ogni due giorni.

Dopo la fine della prima fermentazione, è necessario rimuovere la maggior parte del liquido dalla pentola e quindi ripetere il processo con ciò che è rimasto. Questa grande quantità di liquido è ciò che dovresti consumare. Un consiglio è di mescolarlo con frutta e spezie per renderlo ancora migliore. Nella seconda fermentazione, il tempo di attesa prima che la bevanda sia pronta può essere più breve. In effetti, molte persone preferiscono consumarlo presto, poiché è arricciato, il che significa che assomiglia a una soda sana.

Dove trovare kombucha

Poiché il kombucha non è in vendita, devi trovare qualcuno che sia disposto a donare il tuo. Ma non preoccuparti, ci sono diversi gruppi su Facebook che riuniscono persone disposte a dare parte della loro colonia a sconosciuti. Trovane uno nella tua città, richiedi una donazione e inizia a preparare la tua bevanda fermentata.