Cos'è il miglio? 4 motivi per iniziare a consumarlo

Quando si tratta di mantenere una dieta varia, niente di meglio che provare cibi nuovi (e non comuni), non è vero? Il miglio, per chi non lo conosce, è un tipo di cereale nutriente che finisce per essere sottovalutato nella dieta degli esseri umani, perché di solito funziona come cibo per gli uccelli. Per incoraggiarti a consumare questo cibo, abbiamo creato una storia con 4 motivi per includere il miglio nella tua dieta quotidiana. Check-out!

Dopo tutto, cos'è il miglio?

Per chi non lo conoscesse, il miglio è un tipo di cereale altamente nutriente appartenente al gruppo dei cereali. Conosciuto anche come miglio o miglio, questo alimento è molto simile al comune mais e può essere utilizzato in vari modi in cucina (nella preparazione di insalate o risotti, per esempio). Poiché ha un alto contenuto di antiossidanti, questo alimento è noto per "prevenire" il cancro, poiché combatte l'invecchiamento e la degenerazione cellulare.

1. Il miglio funziona come una fonte di proteine, essendo molto adatto ai vegetariani

Per chi segue una dieta vegana o vegetariana, il miglio può funzionare come un ottimo alleato, sai? Questo perché ha un alto contenuto proteico (che aiuta a fornire l'assenza di carne) e, inoltre, non contiene glutine nella sua composizione, cioè può essere consumato anche dai celiaci. Un buon consiglio è quello di preparare un'insalata multicereali con foglie verdi, miglio e altri cereali (come riso o quinoa, per esempio) per il consumo quotidiano. È un'opzione gustosa, nutriente e molto semplice da preparare!

2. È una fonte di fibre e aiuta a prevenire il diabete

Poiché è un alimento ricco di fibre solubili e insolubili, il miglio aiuta molto a regolare il processo di digestione, a controllare i livelli di colesterolo (aumenta l'HDL e diminuisce l'LDL) e garantisce più sazietà. Vale la pena ricordare che gli alimenti ricchi di fibre sono ottimi anche per chi ha il diabete, in quanto aiutano nell'assorbimento del glucosio e, di conseguenza, nel controllo della malattia.

3. I cereali fanno bene all'umore, poiché sono una fonte di triptofano (precursore della serotonina)

Sapevi che il miglio è anche nell'elenco degli alimenti che aiutano con l'umore? Questo perché è una fonte di triptofano, l'amminoacido precursore della serotonina (ormone "della felicità"). Se consumato a lungo termine, il miglio aiuta a ridurre lo stress, l'ansia, migliora il sonno e garantisce un maggiore benessere. Niente di meglio che consumare cibi che fanno bene al corpo e alla mente, no?

4. Ha un alto contenuto di magnesio e antiossidanti, sostanze che alleviano i sintomi della sindrome premestruale

Un altro punto interessante è che il miglio aiuta molto a ridurre i sintomi della sindrome premestruale (tensione premestruale), poiché è una fonte di antiossidanti, magnesio, fibre e triptofano. Questo cereale è molto adatto alla dieta delle donne, soprattutto di quelle che soffrono di sbalzi d'umore causati da squilibri ormonali. Il magnesio, in particolare, aiuta con la produzione di energia, il controllo della glicemia e allevia i sintomi come crampi e gonfiore. Poiché contiene un alto contenuto di minerali e antiossidanti (sostanze che combattono l'azione dei radicali liberi), il miglio è un alimento molto adatto per il periodo mestruale.