Dieta o rieducazione alimentare: qual è il modo migliore per cambiare la tua dieta?

Si avvicina un nuovo anno e con esso arrivano nuove opportunità per conquistare la tua salute e il tuo benessere! E 'tempo di programmare, soprattutto, cambiamenti negli atteggiamenti e nelle abitudini di vita, che passano soprattutto nella qualità del nostro cibo. Per questo è comune un dubbio: quale è meglio: iniziare una nuova dieta o investire nella rieducazione alimentare? Sebbene i concetti siano molto vicini, presentano differenze. Capire!

Uno degli aspetti principali che differenzia la rieducazione alimentare è il tempo. Mentre il primo deve essere mantenuto a lungo termine, regolando gradualmente i segni di appetito e sazietà, oltre ai livelli di energia, le diete - come Dukan - promettono effetti a breve termine su una serie di abitudini alimentari che un individuo acquisisce e che possa essere sano o meno, come spiega la nutrizionista Daniella Chein.

"La dieta è restrittiva, cioè un regime prescritto con restrizione totale o parziale di determinati alimenti o gruppi di alimenti, e sempre a scopo terapeutico, come abbassare i livelli di colesterolo, ridurre il peso, aumentare la massa muscolare, o anche per le persone che, per altri motivi, non possono consumare alcun nutriente. La rieducazione alimentare è il processo di sensibilizzazione e cambiamento graduale delle abitudini alimentari, capire dove sono gli errori alimentari, le loro conseguenze, sapere cosa è necessario modificare per prevenirlo, recuperare e promuovere la salute ", spiega l'esperto, analizzando qual è la procedura migliore:

"Senza dubbio la rieducazione alimentare. Occorre imparare a mangiare al meglio, anche in caso di cibo restrittivo. Occorre capire il valore di ogni alimento, il numero di volte da mangiare, la giusta quantità di questi alimenti e gli orari corretti dei pasti. Non devi essere affamato o affamato per rimanere sano ed esteticamente bello! Il segreto è l'equilibrio ", conclude.

Considerazioni sulla dieta

La dieta ideale dovrebbe evitare l'invecchiamento precoce del corpo, ha bisogno di dare una sensazione di benessere, energia e leggerezza. Quando fai un regime drastico, il corpo perde l'equilibrio e non importa quanti si adattino a questo tipo di regime, nessuno può rimanere a lungo su questa dieta.

Per questi motivi, la dieta ha i suoi pro e contro. Nelle diete per dimagrire, ad esempio, se da un lato la persona è istigata a raggiungere un obiettivo in un certo periodo, dall'altro, dopo aver raggiunto l'obiettivo e la scadenza, molti tornano per ingrassare e recuperare tutto ciò che avevano perso o anche di più. Questa possibilità non esiste quando si parla di rieducazione alimentare.

Considerazioni sulla rieducazione alimentare

È importante notare che i risultati di una rieducazione alimentare non si manifestano immediatamente, ma nel tempo, e che le abitudini conquistate devono essere prese per il resto della vita. Il suo ruolo non è privarti di alcun cibo, ma insegnarti a mangiare correttamente. Ciò richiede persistenza e dedizione, poiché comprende quantità, combinazioni e programmi, fino a quando non diventa un'abitudine naturale.